Come Migliorare le Tue Call To ActionOggi ti do qualche suggerimento su come fare per gestire al meglio la comunicazione sul tuo website.

Il sogno ricorrente di ogni web designer è quello di riuscire a gestire il percorso di navigazione di un utente all’interno del proprio sito.

Per guidare l’attenzione e il modo di muoversi degli utenti di un sito occorre lavorare molto a livello di design, ma sopratutto di una parte ben precisa di questo aspetto: la Call-To-Action.

Come sai, la CTA è ciò che spinge (o almeno dovrebbe) l’utente all’azione (iscriversi, commentare, cancellarsi, inviare una mail…). Vediamo quali sono le pratiche di progettazione per creare CTA più efficaci.

8 Utili Suggerimenti per Call-To-Action mirate

Progettare CTA efficaci non è cosa semplice e lo sappiamo. Secondo me, ciò che dovrebbe guidare maggiormente le scelte del web designer è la semplicità.

Dobbiamo fare di tutto per rendere la vita semplice a chi arriva sul nostro sito. Focalizzare la sua attenzione su uno (massimo due) elementi e disegnare tutto il resto intorno a questi. Ecco i miei consigli:

1) Limita le scelte dei tuoi utenti: non li sommergere di possibilità

Una strategia vincente è quella di focalizzare l’attenzione del visitatore su una o al massimo due scelte. Una CTA che porti l’utente a cliccare su un pulsante per condurlo all’obiettivo del sito.

[arrow]Domandati sempre quali sono i reali obiettivi del tuo Website. In base a questi sarai in grado di disegnare le migliori Call-To-Action.[/arrow]

2) Metti in evidenza le CTA molto probabili

Quando sai che una CTA avrà un certo successo e che ad essa corrisponde una conseguenza immediata (per esempio l’iscrizione ad una newsletter), allora cerca di metterla più in evidenza.

3) Personalizza. Non usare le CTA standardizzate

Invece di usare le solite scritte per le CTA, cerca di personalizzarle con frasi e parole più pertinenti e poco utilizzate. L’unicità e l’originalità vale anche per le call-to-action. Invece di scrivere le frasi fatte, impara l’arte della personalizzazione.

4) Crea aspettativa e ricompensala immediatamente

Supponiamo che stai creando un form per l’iscrizione ad una newsletter. Per creare aspettativa scriverai: “Iscriviti alla nostra NL lasciando la tua mail. Riceverai subito una mail di conferma iscrizione“.

Così facendo crei una piccola aspettativa che viene immediatamente ricompensata dalla ricezione pressoché istantanea della mail di conferma. Questo crea un senso di serietà e fiducia nei confronti del tuo utente.

5) Usa contenuti a prova di “social”

Se stai progettando CTA che prevedono l’uso di Social Network quali Facebook, Linkedin, Twitter e Google Plus, cerca di associarle sempre a pulsanti di condivisione semplici e dal forte impatto grafico.

6) Rendi l’intero processo estremamente semplice

Fa in modo che l’azione o le azioni che seguono la call-to-action siano di grande semplicità. Non ci devono essere intoppi di nessun genere per il tuo utente. Tutto deve filare liscio come l’olio… Una minima incertezza, un piccolo blocco o qualsiasi altra incertezza o anomalia e il contatto/cliente è perso per sempre!

7) Elimina il “rumore” dalle tue call-to-action

Togli tutto ciò che può distrarre o confondere dalle tue CTA. Spesso i pulsanti si trovano vicino ad altri meno importanti o sono di intralcio alle CTA principali. Cerca sempre di eliminare tutto ciò che può infastidire o confondere il tuo utente.

8) Misura il ROI dei tuoi canali così da poter scegliere il più efficace

Misura sempre il ritorno di investimento dei tuoi canali. Conviene investire di più sui social network o sul search marketing. È più conveniente fare email marketing o link building? Tutto può essere misurato anche in base al successo delle tue call-to-action.

Dopo aver misurato il ROI, scegli il canale che più si adatta al tuo business.