Troverai migliaia di guide on line che cercano di spiegare ai non addetti ai lavori l’importanza che l’attività di SEO (Search Engine Optimization, ottimizzazione del sito al fine di renderlo visibile ai motori di ricerca: Google, Bing; Vrgilio etc.) riveste per un sito web (e di conseguenza per un’attività economica, una manifestazione, un personaggio di cui il sito si occupa). Ma spesso tante parole valgono meno di pochi chiari esempi.
SEO è l’insieme delle tecniche volte a migliorare e promuovere un Sito Web al fine di incrementare il numero di visitatori che il sito riceve dai motori di ricerca.

Che significa SEO in parole povere?

Hai mai sentito la frase “Google è le nuove pagine gialle”? Eccoti un dato che parla da solo:

Cosa significa SEO

Che Internet sia diventata la fonte principale di ogni ricerca è un fatto. Indagini recenti di società specializzate calcolano in oltre 2 miliardi gli internauti di tutto il mondo. Mediamente, ognuno di noi trascorre su Internet 16 ore al mese, il 21% delle quali è dedicato alla navigazione.

Perché il mio Website ha bisogno della SEO?

La maggior parte del traffico Web proviene dai principali Motori di Ricerca – Google, Bing e Yahoo!. Anche se i Social Media e altri tipi di traffico possono generare visite al tuo Sito Web, i Motori di Ricerca sono il principale metodo di navigazione per la maggior parte degli utenti online. Questo è vero sia che il tuo sito fornisca contenuti, servizi, prodotti, informazioni sia qualsiasi altra cosa.

p
Negli Stati Uniti il verbo “to Google” (googlare) significa cercare su Google ed è entrato ormai di diritto nel linguaggio colloquiale degli Americani.

Chiunque cerchi informazioni, notizie, aggiornamenti, si collega su Internet e va a digitare su Google le parole chiave (queries) che lo interessano. Google è divenuto il mezzo indispensabile per farsi conoscere o far conoscere la propria azienda.

Se un sito non è ben posizionato su Google (o uno degli altri motori di ricerca) sarà praticamente invisibile a coloro che cercano, ovvero sarà inefficace.
Un sito progettato senza tenere conto delle buone regole di SEO non vale niente: è inutile.
Essere ben posizionati su Google assicura una visibilità immensa.

SEO = Visibilità

Scusa se mi ripeto ma il concetto deve essere ben chiaro. Se hai un sito ma non è visibile dai motori di ricerca non hai niente. Molto meglio avere un sito brutto ma ben posizionato piuttosto che uno disegnato da Damien Hirst o un famoso web designer, ma invisibile.

Agli albori del web, tutti volevano avere il sito, salvo poi scoprire che avere un website introvabile e non visitato equivale a buttare soldi: significa allestire una vetrina che nessuno potrà vedere. (tranne quelli cha già ti conoscono).

Traffico Web

Se potessi scegliere preferiresti avere un negozio in Via Condotti, sulla Fifth Avenue, sulla Rodeo Drive, sulla Rue de Fouborg Saint’Onore’ o in una via sperduta di un paese disabitato?

Una buona attività di SEO può regalare a te o alla tua attività una vetrina al centro di Via Condotti con un investimento irrisorio. Investi in Visibilità Online

Visibilità = Contatti

Lo ripetiamo: è solo La Visibilità del sito sul Web a garantire Contatti nel tempo (cioè lead, potenziali clienti o persone interessate a quello che hai da offrire). Puoi raggiungere la visibilità anche con altri metodi, roadshow, passaggi alla radio, alla televisione, ma con quali costi?

Un mezzo più economico rispetto alla pubblicità tradizionale consiste nell’attività sui social network (attività con la quale va implementata qualsiasi buona pratica SEO).
Ma per ottenere risultati devi fare sforzi quotidiani e continui ed impegnare tempo e risorse. Ed appena interrompi l’attività, svaniscono l’effetto engagement ed i contatti.

Grazie ad un’attenta attività SEO invece puoi facilmente raggiungere lo scopo primario degli investimenti pubblicitàri: ti fai conoscere e crei contatti sfruttando le ricerche di coloro che navigano su Internet.

[info]N.B. Si tratta di contatti caldi, non di gente presa a caso, ma di persone a cui interessa ciò che puoi offrire (siano notizie, viaggi, prodotti, servizi, idee) sono cioè potenziali clienti profilati, quanto di meglio si possa chiedere. E tutto questo con investimenti inferiori rispetto a quelli di qualsiasi altro tipo di attività pubblicitaria.[/info]

Contatti (continui) = Opportunità (continue)

Gli investimenti per il SEO sono il modo più economico ed intelligente di darsi visibilità, duratura e low cost. Essere ben posizionati sui motori di ricerca significa garantirsi contatti ripetuti e quindi opportunità continue (ricorda c’è sempre qualcuno alla ricerca di quello che puoi offrire, a qualsiasi ora del giorno).

 

Un buon posizionamento con le parole chiave di ricerca ti garantisce visibilità 365 giorni l’anno 24 ore al giorno.

Se un sito non compare nella prima pagina di Google sarà una vetrina sulla via del famoso paese di montagna disabitato.

Opportunità = Ritorni (vendite)?

L’ultimo anello dell’uguaglianza è il meno consequenziale rispetto agli altri. Ricordiamolo sempre, una buona attività di SEO può garantire visite e contatti:
la possibilità di trasformare i contatti in contratti dipende dalla bravura del venditore, dal valore intrinseco del prodotto/servizio, dalla professionalità e da altri fattori indipendenti dalla visibilità.

Sorgente: Hubspot

Ricorda:

SEO = Visibilità = Contatti = Opportunità = Vendite

SEO = Vendite (ritorni) a basso costo.

Il SEO è l’ideale per le piccole aziende e per le start up che non hanno grossi budget ma mirano ad ottenere risultati.

Come comparire nella Prima Pagina di Google?

Ricordi la frase iniziale: Google è le nuove pagine gialle.
Il paragone è vero solo in parte e non rende a pieno le potenzialità offerte dal web e da una buona attività SEO.

E’ limitante: sulle pagine gialle ti rivolgi ad una clientela nazionale o locale, con Google spalanchi le tue porte al mondo. Piccoli artigiani, commercianti, aspiranti scrittori, artisti, start up che abbiano qualcosa di valido da offrire hanno a disposizione una vetrina planetaria nell’universo piatto ed iperconnesso del web.

Ma c’è di più, sono cambiate totalmente le regole del gioco: le nuove pagine gialle sono meritocratiche, le posizioni non sono assegnate in base a quello che paghi ma in base a quanto sei bravo tu (insieme alla tua web agency).

p
Per comparire sulle pagine gialle cartacee, bastava pagare e più si spendeva e più si poteva avere visibilità. Con Google questo discorso non vale (almeno per la ricerca organica, gli adwords sono un discorso a parte).

Per salire nel ranking ci si deve affidare ad un’agenzia seria e fare un buon lavoro sia nella fase iniziale che nel follow up. Inoltre servono soprattutto contenuti interessanti ed unici, in grado di scalare le posizioni del web e stuzzicare l’interesse degli utenti.

N.B. Il termine usato è proprio ranking, lo stesso linguaggio usato durante le prove dei gran premi motoristici. Per vincere le corse bisogna essere bravi piloti ed avere le macchine competitive.

Regola numero uno di una valida agenzia SEO: diffidate da chi vi assicura la prima pagina su Google… spesso sono ciarlatani. Non esiste una formula magica: occorrono competenza, pazienza e lavoro continuo.

Ci sono settori talmente concorrenziali in cui difficilmente si riesce a posizionarsi con le keywords volute. Ma l’amico Chris Anderson ci ha spiegato cos’è la long tail. Se non puoi arrivare nel breve termine a concorrere per le parole chiave più ambite, puoi sempre ritagliarti una strategia su misura.

Se non puoi essere il signore del mare puoi sempre essere il pesce più grosso del tuo stagno.
Per questo ciò che conta veramente in chiave SEO è la collaborazione. Una buona agenzia studierà insieme a te le keyword più accessibili, più consone, più efficaci per le quali vale la pena iniziare la corsa al ranking. Senza la collaborazione della persona o dell’azienda, NON si possono ottenere risultati.

[arrow]La la migliore SEO agency (se brava) conosce le tecniche, ti stimola con le domande giuste: ma sei tu a conoscere il tuo settore e le tue peculiarità meglio di chiunque altro.[/arrow]Un buon mezzo per scoprire se la web agency non è ciarlatana è vedere i risultati ottenuti: se non sono garanzia per i risultati futuri, sono comunque una valida testimonianza che almeno in passato si è lavorato bene.