Il marketing e la tecnologia possono aiutare la diffusione e la migliore fruizione dell’arte e della cultura? È possibile creare un business collegato ad un nuovo modo di raccontare e vivere il patrimonio italiano, in un anno in cui Expo e Giubileo saranno una calamita per milioni di turisti ansiosi di poter godere delle meraviglie del nostro paese?

iBeacon e Proximity Marketing per arte e cultura

La risposta, se guardiamo alle esperienze oltre confine, è sicuramente affermativa. Specie nei paesi di lingua anglosassone il connubio fra arte, mercato, turismo e cultura è un potente driver di crescita per tutti gli attori coinvolti. Dove c’è mercato ci sono marketing e innovazione e dove arrivano innovazione e marketing si moltiplicano opportunità e prosperità.

Arte e iBeacon in Italia

Meno roseo è il panorama in Italia, la nazione che meglio al mondo potrebbe e dovrebbe sfruttare l’enorme montagna di bellezza e cultura che la circonda in ogni suo angolo. Lamentarsi e rimanere inattivi però non ci porterà da nessuna parte: meglio sporcarsi le mani e sperimentare vie nuove. Per un caso reale allora vi invitiamo a scoprire questo progetto concreto di proximity marketing applicato alla promozione territoriale.

gli ibeacon e l'app ubiikaTanti sono i campi in cui la tecnologia digitale può sprigionare i suoi benefici effetti moltiplicatori ma, a mio avviso, le opportunità offerte dai beacon e dal proximity marketing, in prospettiva, sono fra le più interessanti.

Gli “oggetti parlanti” in grado di dialogare a distanza con i nostri smartphone costituiscono una risorsa per i turisti, per le agenzie di comunicazione e per i copy, per i produttori di beacon e di app, per il territorio, il patrimonio culturale e per gli artisti stessi.

Arricchire la user experience

Cominciamo per gradi.
La possibilità di far narrare storie e far parlare le opere e il territorio, è un modo di arricchire l’esperienza del visitatore che, senza dover fare sforzo alcuno, senza dover acquistare audioguide o cartine, riceve informazioni direttamente dagli oggetti e, se vuole, può essere guidato in percorsi esperienziali nuovi e interattivi.

Le agenzie di comunicazione e i copy, hanno opportunità infinite di creare nuovi contenuti e di poter sperimentare: il proximity marketing rappresenta il presente e il futuro del content marketing. I produttori di beacon, di app e piattaforme possono creare ed immaginare funzioni sempre più complesse e market oriented (da poter essere riusate anche in altri ambiti e settori merceologici).

proximity marketing per opere d'arte

Gli artisti, il territorio, i tour operator, i musei hanno una nuova arma per attrarre i turisti della generazione C: quelli che ormai non si staccano più dal cellulare come mezzo di intrattenimento, informazione, formazione e svago. (Se vuoi saperne di più sul proximity marketing leggi anche questo interessantissimo post di Silvia Comerio: http://oidart.net/ibeacon-01/).

“Nutrire i sensi” con gli iBeacon

Noi di Argoserv che siamo molto curiosi per natura, per toccare con mano, esplorare e sperimentare le potenzialità della nuova frontiera del marketing, abbiamo contribuito all’allestimento della prima mostra in Italia che utilizza la tecnologia iBeacon per aumentare l’esperienza del visitatore. Stiamo parlando della mostra “Nutrire i sensi” di Mariano Moroni.

Infatti se già alcuni tentativi sono stati fatti in alcuni musei (e proprio in occasione della mostra abbiamo visto che al Duomo di Milano è presente un bell’esempio di utilizzo del proximity marketing) credo che questo sia il primo caso nel panorama nazionale in cui un artista decida di arricchire una sua esposizione con la nuova tecnologia.

esperienza aumentata dal proximity marketing

Dobbiamo ringraziare anzitutto il maestro, designer ed architetto Mariano Moroni che ci ha consentito di far parte di un progetto tanto stimolante ed innovativo. Oltre al sito della mostra, al video ed ai canali social, ai QR code presenti vicino ad ogni opera, i visitatori più esigenti e tecnologizzati possono godersi fino al 15 Giugno oltre che una interessantissima mostra d’arte e di design, l’esperienza aumentata del proximity marketing.

Ringraziamo poi anche il nostro partner tecnologico: il team dell’App Ubiika che ci ha fornito hardware ed un App veramente performante, semplice e ricca di funzioni sia per iPhone che per device Android. Infine un ringraziamento speciale va a Lisa De Leonardis che ci ha supportato col suo lavoro encomiabile di copy ed addetta alla rassegna stampa e a Francesco Puzello di Visual Design Studio per la realizzazione del video.

Se ti capita di essere nei pressi di Milano, nello spazio Art in the City in via Medici 15, non perderti la mostra di Moroni e scarica l’app di Ubiika per iOS e Android ne vedrai delle belle.

Nel frattempo puoi avere un assaggio della mostra e dei suoi aspetti interattivi guardando la nostra gallery di foto dell’evento.