blog aziendale

Credo che non esista uno strumento online più efficace per la comunicazione aziendale di un Blog. Twitter ha il dono dell’immediatezza e della rapidità ma non puoi esprimere concetti che vadano oltre i 140 caratteri. Facebook ci aiuta a stringere amicizia e a mantenere vivi i rapporti con amici e clienti, ma hai poca libertà nel dare forma ai contenti. LinkedIn è così freddo ma ha il grande pregio di essere conosciuto e usato da tutti i professionisti. Il Blog offre a un’azienda la migliore opportunità per esprimere il suo potenziale. Se i contenuti sono il carburante che fa funzionare il Social Web, i Blog ne costituiscono il motore!

 

1. Brand awareness

Nella nostra epoca è sempre più difficile far emergere il proprio brand attraverso l’uso dei media tradizionali (TV, radio, giornali, riviste…). Oggi sono i clienti che vengono da te e non il contrario, infatti si parla sempre più spesso di Inbound Marketing… Un blog può aiutare un’azienda a farsi notare e ad essere trovata proprio dal target a cui si rivolge. È un mezzo eccezionale che consente al tuo business di raccontare la sua storia. I contenuti che pubblichi sul blog dimostrano in modo incontrovertibile (ai lettori e a Google) che sei un’autorità nel tuo settore. Puoi veramente dimostrare di essere un punto di riferimento online, ciò che ti consente di costruire o rafforzare la Brand Awareness e conquistare nuovi clienti.

 

2. Vendite dirette

Il blog è un asset fondamentale per un’azienda e un potentissimo strumento di vendita. Se proponi contenuti utili e interessanti per il tuo target, stai attirando un numero consistente di prospect interessati ai tuoi prodotti/servizi. Esempio: se scrivo su un blog che parla di Tennis, probabilmente tra i miei lettori ci saranno appassionati di questo sport interessati anche all’acquisto di racchette da tennis o di tutta l’attrezzatura utile a chi gioca. Sono numerose le aziende che vendono prodotti sfruttando la leva del blog: Marriott vende milioni di dollari di prenotazioni dei suoi Hotel con il suo blog aziendale. Il gigante del software SAP, ha diverse pubblicità sul suo blog che rimandano ai suoi pacchetti software. Ma anche le piccole attività commerciali che si rivolgono a piccole nicchie possono fare la stessa cosa con investimenti ridicoli.

 

3. Vendite indirette

I blog sono ottime piattaforme dove è possibile stabilire relazioni con i propri lettori che, nella maggior parte dei casi si trasformeranno in clienti. Con un blog puoi dimostrare a tutti il valore di ciò che fai attraverso case history e risultati conseguiti dai tuoi clienti. Inoltre puoi predisporre un semplice form di acquisizione contatti con cui costruire un database di prospect, sempre utili per intraprendere azioni di mail marketing: le newsletter aziendali.

 

4. Supporto alle vendite

Hai mai pensato che il blog può essere usato anche da chi si occupa della fase post vendita? I tuoi commerciali possono scrivere articoli o presentazioni finalizzate a rispondere a domande frequenti  relative a prodotti/servizi aziendali. Ogni volta che un cliente avanza una richiesta già affrontata, sarà semplice rispondergli mandandogli il link al post dove troverà tutto il necessario per risolvere la problematica. Inoltre i singoli articoli servono per intercettare le keyword long-tail relative al settore merceologico dell’azienda. Insomma sono tutte esche utili per rispondere alle query dei tuoi potenziali clienti provenienti da Google.

 

5. Ricerca e sviluppo

Aziende quali Fiskars, AT&T, Starbucks e Caterpillar usano i loro blog aziendali come uno strumento per scoprire le necessità e le idee dei loro clienti, i desideri insoddisfatti che possono poi trasformarsi  in nuovi prodotti o servizi. I singoli post possono fungere da sondaggi o ricerche di mercato per comprendere cosa pensano i clienti dei prodotti, cosa manca ai loro servizi per raggiungere la perfezione. Tutte informazioni preziose per migliorare la customer experience e coinvolgere la clientela nel processo di ricerca e sviluppo. L’engagement è un fattore determinante nella strategia di web marketing.

 

6. Gestione della crisi

Nel corso della storia di un’azienda, alcune cose possono andare storte per svariati motivi. Oggi diverse realtà usano i loro blog per tenere aggiornati i loro clienti sull’andamento di una particolare situazione, magari non semplice e poco chiara in prima battuta. I contenuti del blog, se studiati in maniera opportuna, possono trasformarsi in un cuscinetto che attutisce i contraccolpi di mosse poco azzeccate, dimostrando trasparenza e serietà nei confronti della clientela.

 

7. Traffico dai motori di ricerca

Forse il beneficio più grande che un’azienda può trarre dal proprio blog è quello di ricevere traffico qualificato dai motori di ricerca, perfino se nessuno legge i suoi contenuti. Google (e gli altri motori) ama i blog perché contengono informazioni fresche, aggiornate e rinnovate regolarmente che sono linfa vitale per i suoi utenti online. Una ricerca di HubSpot ha rilevato che i siti aziendali che hanno un blog, ottengono il 55% di traffico in più rispetto a quelli che ne sono sprovvisti. E allora cosa aspetti? È giunto il momento di realizzare un blog aziendale di successo!