ristorante promozione sul web con 3 strumenti indispensabili

Per la redazione di questo articolo ringrazio Jacopo Orlando

Ogni buon ristoratore si pone ogni giorno queste domande.

Dirigere un ristorante non è un’impresa semplice; gestire ordini e fatturati, camerieri e clienti, richiede un impegno duro e costante che inevitabilmente porta via tempo al marketing, alla pubblicità, alla promozione del locale.

Ogni ristoratore sogna di vedere il proprio salone affollato di clienti felici e soddisfatti, i tavoli imbanditi a festa con cibi prelibati e succulenti e la cassa stracolma di denari e guadagni.

Come puoi servire delizie e al tempo stesso curare il marketing e la promozione del tuo ristorante

guantone_cucina

Il web ma sopratutto i social network sono la risposta migliore a questa domanda. Sono generalmente semplici e intuitivi, possono essere aggiornati quotidianamente e con facilità, ti permettono di ottenere un contatto diretto e costante con i tuoi clienti.

Ma nell’affollato mondo del social media marketing come scegliere i canali giusti? Quali sono gli strumenti migliori? Come evitare di sprecare tempo e risorse?

Ecco i 3 migliori strumenti per promuovere un ristorante in maniera efficace (a patto di affidarsi alla consulenza di un professionista e non voler fare tutto da soli):

#1 Un sito web ben fatto, ovvero WordPress e l’inespugnabile forza dei contenuti efficaci

cotent marketing per ristoranti: un passaggio imprescindibile

Una delle attività più efficaci sul web è il content marketing.

Con questa espressione intendo la realizzazione e la redazione di contenuti per il tuo blog aziendale ovvero per il blog del tuo ristorante ed uno dei sistemi migliori per creare e gestire un sito o un blog è certamente WordPress (qui Luca De Berardinis ti spiega perché)

Grazie a questo strumento formidabile per creare siti web e blog, è possibile pubblicare facilmente post interessanti e utili, pratici e divertenti, consigli e suggerimenti che faranno la felicità di tutti gli appassionati.

In questo caso ti servirà l’aiuto di un inbound marketer che renderà il tuo sito web uno strumento di grande attrattiva, realizzato per il gradimento dei tuoi potenziali clienti e degli habituées.

[arrow]Se vuoi sapere esattamente cosa fa un consulente di inbound marketing dovresti consultare questa pagina[/arrow]

Sul blog potranno trovare spazio post-tutorial su come evitare che la pizza si bruci, post-ricette su come preparare l’anatra alla pechinese o anche post curiosi, ad esempio su cos’è un hangiri; l’importante è che siano ben fatti, davvero interessanti e scritti pensando ai tuoi clienti (per questo avrai bisogno di un professionista!)

L’obiettivo è attirare l’attenzione dei prospect con una strategia SEO efficace.

#2 Un social, ovvero Pinterest: immagini che attirano l’attenzione (e fanno venir fame!) ostriche_meravigliose

È il social network del momento, grazie ad una semplicità e una chiarezza da far invidia a Twitter e ha conquistato 242 milioni di utenti in tutto il mondo. Pinterest si basa su un’idea semplice quanto vincente: condividere le foto dei propri interessi non solo con gli amici ma con tutto il web.

Il vero protagonista però di Pinterest è il cibo. Foto di piatti home-made, scatti d’alta cucina, immagini di cibi esotici o di… esperimenti mal riusciti. Pinterest è letteralmente una vera e propria enciclopedia dedicata al cibo e alla cucina, coltivata con l’impegno e la passione tipica degli amatori. È diventato in poco tempo il luogo ideale dove cercare nuovi piatti da gustare, nuove ricette da assaggiare, nuovi locali da provare.

Quindi, dopo aver creato il tuo profilo, cerca di pubblicare con regolarità una galleria dei piatti migliori, scatti della preparazione, immagini di primi o dei secondi o ancora del bell’ingresso del tuo locale.

Semplici foto che potranno richiamare l’attenzione degli utenti e promuovere rapidamente il lavoro dello chef e il nome del locale, se saprai trasferire il tuo stile!

#3 Il passaparola, ovvero Tripadvisor e la potenza del parere dei tuoi clienti

Curare le recensioni dei clienti di un ristorante

Uno dei grandi problemi dei ristoratori (e non solo) è sempre stato quello di riuscire ad attirare l’attenzione dei clienti senza dover spendere cifre da capogiro per la pubblicità.

È un problema notevole perché il successo di un locale si è sempre basato quasi esclusivamente sul passaparola ed è sempre stato complesso per ogni ristorante “normale” riuscire a superare i confini del proprio quartiere.

I social network ti permettono di trovare delle buone soluzioni. Con il successo di piattaforme come Tripadvisor – ma anche Yelp, 2Spaghi o Foursquare – adesso è possibile riuscire ad entrare in contatto con tantissimi utenti in tutto il mondo in modo veloce ed economico.

[arrow]Tripadavisor può vantare 5 milioni di visitatori italiani, 100 milioni di utenti mobile nel mondo, 200 milioni di recensioni online. Un bacino enorme, una fonte infinita di clienti.[/arrow]

L’App di Tripadvisor è oramai lo strumento più utilizzato per cercare un ristorante in città, per trovare un piatto particolare, per cercare uno chef famoso. Ma la cosa per te più importante è che ogni giorno milioni di utenti scelgono dove andare a mangiare in base a ciò che ne pensano altri (leggi cosa scrive Fabio Di Gaetano a proposito dell’esperienza del cliente come chiave del successo).

Stimolare le recensioni dei clienti è diventato quindi un imperativo categorico per ogni ristorante. Realizzare un proprio profilo, pubblicare la foto dell’insegna, immagini del locale, foto dei piatti o persino la lista dei servizi, sono diventati passaggi obbligati per allestire una campagna di promozione online.

Preparati: ecco cosa ti servirà per prepararti al web in modo efficace

Ristoranti sul web gli strumenti necessari

Se sceglierai di affidarti ad un consulente che curi la tua immagine online attraverso un restyling del sito web del tuo ristorante, un buon profilo sui social network e un’attività costante di inbound marketing non dimenticare di procurarti alcune cose:

1. Foto di qualità: degli interni del tuo locale e dell’esterno, dei tuoi piatti migliori e magari dello staff. È chiaro che tutto dovrà avere il suo stile definito, pertanto ti sconsigliamo di fare foto con il cellulare (per quanto tu possa avere l’ultimo modello con svariati milamegapixel). Affidati ad un fotografo del quale apprezzi lo stile e che sappia valorizzare il tuo.

2. I pezzi della tua storia: procurati tutto il materiale possibile sul passato del tuo locale, del tuo chef, della tua famiglia che gestisce il ristorante. Se invece non hai un locale avviato e tu sei appena approdato sul pianeta food potrai rendere anche tutto questo una fonte di ispirazione per il tuo content creator.

3. I dati del tuo sito web attuale: se vuoi iniziare a monitorare la tua nuova vita sul web dovrai essere in grado di individuare qual è il tuo punto di partenza. Se non hai l’accesso al tuo pannello di Analytics puoi sempre chiedere a chi gestisce il tuo sito web di fornirti i dati di traffico. La stessa cosa potrai fare sui social che usi già. Quando tutto funzionerà al meglio, sarà un piacere osservare la curva di crescita del successo del tuo ristorante!

Sei pronto?