SEO a Km ZeroL’ottimizzazione SEO è un aspetto fondamentale di qualsiasi progetto Web. Un’azienda che intenda dare visibilità ai suoi prodotti/servizi online e incrementare le vendite, non può fare certo a meno della Search Engine Optimization.

Pochi conoscono davvero le tecniche e gli strumenti SEO che permettono ad un sito web o ad un e-commerce di raggiungere la Top 3 di Google garantendosi così il 53% dei click.

Per conseguire concreti obiettivi di vendita e di Brand Awareness si possono percorrere due strade: ingaggiare un consulente SEO (freelance o agenzia) o assumere una persona all’interno dell’azienda prevedendo un percorso di formazione continua.

 

Cosa significa trovare e far crescere un SEO manager in House

La seconda strada è sicuramente più ardua e articolata della prima. Cercare una persona con delle conoscenze base sulla SEO e assumerla per farla crescere in seno all’azienda vuol dire caricarsi di una bella responsabilità. Cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche che deve avere un candidato per poter iniziare un percorso di crescita professionale nella SEO:

[list type=”arrow”]

  • Padronanza delle basi del Search Marketing
  • Conoscenza dei fondamentali del Web Copywriting
  • Predisposizione ad un approccio scientifico di tipo analisi/test
  • Abitudine all’aggiornamento, allo studio e alla formazione continui

[/list]

Un esperto SEO in-house è sicuramente un buon investimento, ma richiede molto tempo prima che porti i suoi frutti. Mi spiego: se oggi assumo o ingaggio un SEO alle prime armi, sicuramente non sarà in grado di gestire un progetto di visibilità importante. Potrà portare avanti dei lavoretti di ottimizzazione sulla base di SEO plan strutturati, ma non sarà in grado di progettare una strategia SEO per un sito di e-commerce.

[arrow]Far crescere un esperto SEO in-House è un investimento di lungo periodo dal ritorno incerto[/arrow]

Mentre il mio neo specialista cresce professionalmente, si ha comunque bisogno di un consulente esterno, sia esso un freelance o un’agenzia specializzata. Per tutto il periodo di crescita professionale del SEO interno, l’azienda dovrà sostenere costi importanti per pagare il neo patentato e soprattutto la SEO agency. Da non trascurare sono i costi necessari per la formazione e l’aggiornamento del neo assunto che prevedono l’acquisto di seminari, libri, e-book, affiancamenti e iscrizioni a tool professionali.

 

SEO a Km Zero è bello ed ecologico ma spesso poco conveniente

Investimento nella SEOCome avrai capito, avere un SEO a Km zero è estremamente affascinante perché ti permette di gestire tutti i progetti legati alla visibilità dall’interno senza dover chiedere preventivi a destra e a manca.

Il rovescio della medaglia è costituito dall’impegno e dal costo iniziali necessari per far decollare il SEO e portarlo ad un livello accettabile di conoscenza ed esperienza sufficiente a farlo camminare con le sue gambe.

Sostenere gli ingenti costi iniziali non è da tutti. Una piccola società che avesse bisogno di un esperto SEO, per quanto attratta dall’opzione Km zero, probabilmente dovrebbe dare il compito in outsourcing.

Viceversa, un’azienda di grandi dimensioni affronterebbe l’investimento perché potrebbe contare comunque sulle risorse da destinare ad una consulenza esterna. Quindi la scelta di far crescere o meno un esperto in casa, dipende fortemente dal budget aziendale e dai tempi di ritorno dell’investimento. Come sempre, se hai fretta, paghi di più! 😉 Qual’è la tua esperienza in merito? Ti è mai capitato di assumere e formare un SEO?