In un post precedente mi sono occupata dell’importanza dei blog aziendali, divenuti ormai uno strumento indispensabile per le imprese poiché consentono loro di  guadagnare visibilità sul Web e di attirare nuovi prospect.

È bene però sottolineare che i contenuti del blog, sebbene importantissimi per  assicurare alle attività una “vetrina in via Condotti”,  non bastano da soli a garantire l’ingresso dei clienti nel negozio. In altre parole gli utenti, dopo aver valutato la bontà dei tuoi contenuti (ossia aver considerato la tua vetrina attrattiva) devono essere in grado di mettersi in contatto con te (entrare nel tuo negozio).

Il punto d’incontro fra la tua attività ed i tuoi  potenziali clienti è costituito dal contact form: un modulo in cui gli utenti, dopo aver inserito generalità e recapiti utili all’azienda avanzano richieste commerciali o richiedono altre tipologie di  informazioni.

Troppo spesso il modulo contatti non viene progettato con accuratezza e si rischia di vanificare gli sforzi effettuati per guadagnare visibilità sul Web.

Per evitare di perdersi in un bicchiere d’acqua basta seguire alcune semplici regole ispirate alla filosofia del KEEP IT SIMPLE. Il modo migliore per incoraggiare  gli utenti  a stabilire un contatto con la tua attività è difatti quello di “rendergli le cose semplici”. A tale proposito ho trovato molto ben realizzata ed esaustiva la lista proposta da Chuck Longanecker a cui mi sono ispirata per suggerire le seguenti dritte.

1) Riduci  al minimo il numero di campi da compilare

Da una ricerca effettuata da Dan Zarrella di Hubspot, ridurre il numero di campi da compilare da quattro a tre fa aumentare del 50% il tasso di conversione (quantità di contatti che diventano clienti). Quando realizzi il tuo contact form devi dunque effettuare uno sforzo di sintesi: cerca di capire quali sono le reali informazioni di cui hai bisogno.

Ricordati, inoltre, che il contact form rappresenta solo la prima fase di contatto con i tuoi potenziali clienti, nessuno ti vieta in un secondo momento di richiedere loro informazioni aggiuntive. All’inizio però cerca di evitare l’ “effetto fuga” che nasce nell’utente quando deve compilare form con troppi campi.

2) Aiuta gli utenti nella compilazione del form

Cerca di guidare il più possibile gli utenti nella compilazione dei vari campi proponendo una lista di risposte standard in un menù a tendina come quello riportata qui sotto.

Assicurati, inoltre, che il tuo form sia  in grado di segnalare in tempo reale eventuali problematiche di compilazione. Quante volte ti sarà capitato, dopo aver terminato di riempire un modulo lunghissimo, di esserti imbattuto nella seguente frase “errore nella compilazione dei campi x e y”. Beh non so voi, ma la mia reazione non è stata mai positiva. Sarebbe meglio segnalare all’ utente eventuali errori di compilazione nel momento stesso in cui li compie e non nella fase finale (quella di convalida del form).

errore compilazione

3) Realizza un form che sia user-friendly anche nel layout

Una regola semplice da applicare consiste nel distanziare i pulsanti “registrati” e “annulla” . Ciò serve ad evitare che l’utente clicchi inavvertitamente l’opzione “annulla” e sia costretto a compilare il form di nuovo.

Un’altra buona consuetudine è quella di rendere bene evidenti i campi obbligatori. Questo “trucco” è molto utile nel caso in cui il contact form sia molto lungo per cui  gli utenti più distratti possono dimenticarsi di riempirne alcuni campi. 

Contact Form con Campi Obbligatori

In generale, comunque,  per semplificare il layout del contact form  basta pensare che dovrà essere visualizzato oltre che dai computer/tablet, anche dagli smartphone che hanno uno schermo molto più piccolo. La compilazione del modulo dai dispositivi mobili è perciò più difficile e va facilitata tramite la realizzazione di un layout ad hoc. Conviene pertanto, ideare in primis un layout valido per i cellulari e poi estenderlo anche ai PC e agli altri device. In questo modo si risparmiano tempo e denaro, ma soprattutto si è “costretti” a pensare già in partenza ad un layout semplice e user-friendly. 

4) Conquista la fiducia degli utenti

Se ci pensi bene, nel momento in cui gli utenti si registrano al tuo sito, forniscono dati sensibili come indirizzi e numeri di telefono. Essi compiono dunque un  grande atto di fiducia nei confronti della tua organizzazione (che nella maggior parte dei casi conoscono solo tramite Web). Cerca dunque di non  disattendere questa fiducia  attraverso piccoli gesti che sono però fondamentali:

  • evita di richiedere informazioni troppo specifiche:  gli utenti possono infastidirsi del fatto che un’ “entità sconosciuta” voglia sapere troppi dettagli della propria vita. Se proprio devi farlo, comunque, è meglio indicare a fianco ai campi da compilare i motivi per cui ne hai bisogno.
  • specifica ai tuoi clienti che non “venderai le informazioni che ti danno”:  in questo modo essi saranno più propensi a concedertele.

Ricorda: l’onestà paga sempre, soprattutto nel mondo del Web.

Beh… grazie per essere arrivato fino in fondo alla lettura! 😉

Avresti mai pensato che dietro la realizzazione di un form potessero nascondersi queste valutazioni? Tu ne suggeriresti delle altre? Dì la tua… naturalmente dopo aver compilato il nostro contact form!!