vendite online e offlineCercare sistemi che funzionino per aumentare le vendite è una prerogativa che accomuna un po’ tutti gli imprenditori, sopratutto in questo periodo di precaria sicurezza economica. Premettendo che ogni business, sia online che offline, deve avere una pianificazione personalizzata, ci sono alcuni suggerimenti che vanno bene un po’ per tutti i tipi di attività e che quindi ci sentiamo di condividere. Sia chiaro, non si tratta di nessuna formula magica, piuttosto della rimarcazione di alcuni concetti base che spesso vengono forse troppo sottovalutati o ai quali non si presta particolare attenzione.

 

Il punto della situazione

Per iniziare, il suggerimento che vogliamo proporre è il prendere coscienza della visione di insieme dell’attività. Può sembrare banale, ma un’analisi generale e dettagliata consente di capire gli eventuali punti critici. Avere dunque il punto della situazione permette di valorizzare quegli elementi che possono destabilizzare il tuo business, online o offline che sia, riuscendo così ad offrire prestazioni migliori.

Volendo fare un esempio più concreto, facciamo finta di avere un negozio, sia offline che online. Dunque analiziamo il nostro mercato, come vanno le entrate, valutiamo i pareri dei clienti (sopratutto le lamentele), valutiamo i nostri collaboratori, vediamo le differenze tra le entrate utili del sito web e quelle del negozio fisico, quale business va meglio e quindi quale si adatta meglio alla nostra tipologia di lavoro, analiziamo se le campagne pubblicitarie hanno funzionato, ecc. ecc..

Come si può ben capire si tratta di un’analisi che può sembrare complessa, ma in realtà chi gestisce un’attività, conosce o dovrebbe conoscere in ogni punto, eventualmente ci si può affidare ad eventuali collaboratori se si tratta di una tipologia di impresa molto grande e che da soli risulta difficile da gestire.

 

Valutare i prezzi offerti

Se possiedi un e-commerce o un negozio fisico (o entrambe le cose), occorrerà ben valutare i prezzi con cui presenti i tuoi prodotti. Oltre le spese ed i costi, va valutata la concorrenza. In genere, maggiore essa è e minore deve essere il prezzo del prodotto, motivo per cui spesso online il costo è ridotto, oltre che per i minori costi di gestione.

In generale, chi vuole risparmiare maggiormente è chi compra online, che cerca proprio nel web il prezzo “d’affare”. Dunque potremmo favorire l’incremento di vendite, offrendo prezzi molto competitivi o sviluppando particolari promozioni solo per alcuni dei nostri prodotti.

In certi casi si può pensare ad eventuali regali, oggetti gratis da proporre ai propri clienti. Un esempio interessante può essere quello della nota marca di prodotto per il make up, Kiko: per ringraziare le fan di aver raggiunto il numero di ben 1 milione, ha deciso di donare uno smalto a chiunque avesse messo “mi piace” sulla pagina ed avesse stampato un coupon da consegnare poi in negozio per ritirare il regalo. Si può ben immaginare come questo abbia aumentato il numero di fan esponenzialmente e fatto recare centinaia di persone in fila in ogni negozio Kiko presente sul territorio nazionale. Dunque maggior numero di fan ed anche un maggior numero di clienti in negozio.

 

Essere onnipresente

Se avete un negozio o un attività con un negozio fisico e in un luogo geografico ben definito, le vostre vendite di prodotti o servizi rimangono limitate. Ecco perché è assolutamente consigliata la creazione di un sito web che permetta di ampliare esponenzialmente il numero di persone a cui è possibile vendere.

Il sito o blog sarà un pò come un negozio offline, dovrà essere curato in ogni minimo particolare. Menù intuitivo, grafica coinvolgente, descrizioni accattivanti e un attività costante sui social. Facebook, Twitter, Google + e via dicendo, sono tutti potenti mezzi da sfruttare per farsi conoscere da altri potenziali clienti. Insomma una ben congeniata attività di eCommerce Inbound Marketing.

Facendo così si rischia di sminuire l’attività offline? Niente affatto. Ricordiamoci che esistono ancora i “tradizionalisti” quelli che il prodotto, prima di acquistarlo, vogliono toccarlo con mano, vederlo e, se possibile, provarlo.

 

Professionalità e gentilezza

Può sembrare una cosa banale, ma possiamo garantire che spesso, professionalità e gentilezza possono mancare nella gestione e durante le procedure di vendita.

Ricordiamoci che un cliente soddisfatto sarà la nostra migliore pubblicità. Ecco perché occorre essere sempre disponibili e risolvere i problemi che possono crearsi. Mostrarsi inoltre sempre a conoscenza di quello che si vende, riuscendo a dare buoni consigli e una sicurezza maggiore al cliente.

 

›› Questo articolo è un contributo di www.smartbusinesslab.com