Facebook Like o Dislike?Da qualche giorno, quando apro il mio profilo Facebook, ho notato una novità: nel box di aggiornamento di stato non appare più la solita scritta “A cosa stai pensando?“.

Facebook si sta trasformando in una persona che si prende cura di noi e della nostra salute. Le domande che ci rivolge sono di tutt’altro genere: “Ciao Luca! Come ti senti?“, “Ciao Luca, come va?“, “Ciao Luca, che succede?“, “Ciao Luca, che succede di bello?“.

Sembra quasi che si stia realmente preoccupando della nostra salute o del nostro benessere mentale, ma credo che la realtà sia ben diversa! Facebook le sta tentando tutte per far sì che noi condividiamo tutta la nostra vita privata aumentando di conseguenza la curiosità e l’engagement dei nostri “amici” e conoscenti. 🙁

Ciao Luca, come va?

Ciao Luca, come ti senti?

Ciao Luca, che succede?

Dall’avvento di Facebook il concetto di Privacy sta perdendo sempre più significato e la nostra vita privata viene letteralmente divorata da questi giganti del Social Networking.

Le domande che la creatura di Zuckerberg ci rivolge ogni giorno sono sempre più invadenti e ci invogliano in modo più convincente a rispondere mettendo sotto i riflettori la nostra vita privata.

Mi domando: è davvero così importante condividere tutti i momenti della nostra vita, anche quelli apparentemente più insignificanti e di poco conto? Cosa ci spinge a condividere contenuti su Internet? La risposta la lascio a te! 😉